Ecco perché serve un piano marketing per vendere la casa

Se il tuo obiettivo è riuscire a vendere casa, dobbiamo essere chiari fin dal principio: un atteggiamento passivo, che si limita a pubblicare un annuncio sui portali immobiliari, non ti porterà da nessuna parte. La questione va infatti affrontata di petto mettendo in campo tutta una serie di strategie che gli agenti immobiliari conoscono bene perché sono state collaudate nel tempo. Il tuo scopo non dovrebbe essere quello di aspettare che l’acquirente capiti per caso, ma quello di stanarlo ovunque si trovi. Perché questo si realizzi è fondamentale disporre di un piano marketing redatto da un professionista del settore.

Piano marketing: largo agli specialisti

Il piano marketing è uno strumento di programmazione preliminare. Precede, infatti, qualunque mossa operativa e rappresenta una linea guida alla quale bisogna attenersi per portare a casa il risultato. Il piano marketing riguarda la vendita di qualunque tipo di prodotto: nel momento in cui il prodotto viene proposto sul mercato è già stato sottoposto ad un’analisi tale da permetterne la vendita in assenza di ostacoli. Prima del lancio, infatti, viene fatto uno studio attento sui pro e i contro dell’offerta commerciale, su quale sia il modo migliore per presentarla sul mercato e il giusto prezzo.

E chi realizza questi studi così importanti? Gli stessi produttori forse? No di certo, questo è il compito degli uffici o delle agenzie marketing. In altre parole: è richiesta una preparazione professionale specifica per valutare ogni aspetto della vendita. Perché improvvisarsi marketer e rischiare di commettere errori che possono seriamente pregiudicare il successo dell’operazione commerciale? Dalla vendita della casa non dipende forse una parte determinante della vostra vita e delle vostre scelte future?

Come viene redatto il piano marketing immobiliare

Persino iniziative apparentemente semplici come la pubblicazione dell’annuncio e il posizionamento del cartello “vendesi” vanno svolte in un certo modo e bisogna, quindi, sfatare il mito secondo cui chiunque è in grado di farlo. Perché l’annuncio non sia confuso in mezzo a mille altri simili dovrà essere accompagnato da un servizio fotografico professionale e scritto in modo esauriente, il che evita le richieste di informazioni di semplici curiosi e incentiva quelle di chi è realmente interessato, di tutto principio. Affiggere il cartello sul palazzo, inoltre, non è sufficiente, ma si dovrà dare notizia della proprietà appena messa in vendita nel quartiere e nelle zone limitrofe: un’attività lunga e laboriosa che può essere svolta solo da un mediatore immobiliare esperto del territorio, con molti contatti in agenda.

La componente strategica più elevata appartiene, probabilmente, alla fase di valutazione del prezzo dell’immobile. I suoi proprietari non sono le persone più adatte a fare una stima: legati alla casa da motivi affettivi o fuorviati dalla fretta, non conoscono il mercato immobiliare e spesso incorrono nell’errore di sovra o sotto stimare il valore dell’immobile. Sbagliare il prezzo è quasi sempre uno spreco di tempo. Se invece la casa è proposta al suo reale valore di mercato la vendita può essere conclusa anche in tempi brevi, nonostante la tanto chiacchierata crisi del mercato immobiliare.  

Se si intende aumentare la commerciabilità dell’immobile occorre valutare la presenza di eventuali “difetti” o elementi che destano preoccupazione negli interessati e correggerli mantenendo le spese di riparazione entro i limiti desiderati dai proprietari.

Un piano marketing efficace è quello che individua il target di utenti interessati a quel tipo di immobile: essi rappresentano una ben precisa fetta di mercato e aver un’idea chiara del loro profilo e delle loro capacità di spesa è determinante per non sprecare tempo e risorse. I potenziali interessati vanno, inoltre, pre qualificati affinché le visite non siano mai una perdita di tempo.

Le operazioni di marketing strategico delle fasi successive sono svariate e cambiano da professionista a professionista. Prima di tutto l’annuncio va sponsorizzato, occorre quindi investire un determinato budget nella sua promozione sul web, affinché raggiunga un pubblico più vasto. Un video potrà essere pubblicato su Youtube e associato all’annuncio e, nelle vendite che si presentano come difficili, si potrà addirittura dar vita ad un sito internet dedicato alla singola proprietà.

In conclusione a redazione di un piano marketing per la vendita della casa richiede una grande conoscenza delle dinamiche di vendita, lungimiranza e una certa capacità predittiva riguardo gli andamenti del mercato.

Vuoi  sapere quale piano marketing si adatterebbe meglio alla vendita della tua proprietà? Scrivimi o telefonami  per fissare un appuntamento: sarò lieto di approfondire insieme il contenuto di questo articolo e personalizzarlo sulle tue esigenze.

Paolo_Rinna_No_REMAX

Prenota ora la tua

CONSULENZA IMMOBILIARE GRATUITA

per vendere casa a Roma o provincia